Caratteristiche

Il Cinesalotto “La nuova Pergola” è dotato di 300 posti, aria climatizzata e impianto audio Dolby Digital® 7.1

Inoltre, è possibile usufruire del bar attiguo alla biglietteria.

8 6
5 1

 

 7 3

 


Dalla fine del 1800 la pellicola è stata il mezzo principe della diffusione di quella che venne subito definita “7ma Arte”, ovvero Il Cinema.
Oggi, più di cent’anni dopo, l’avanzare della tecnologia ha permesso di soppiantare il mezzo che era divenuto sinonimo stesso di “film” con la Proiezione Digitale Cinematografica.
Per D-Cinema, o Cinema Digitale, si intende una serie di standard che hanno lo scopo di poter proiettare contenuto digitale. Questi standard tengono conto di risoluzione, luminosità, contrasto e colorimetria dell’immagine in modo da avere come resa finale esattamente quello che il regista del film aveva in mente. Il risultato finale è un sistema fatto da un server e un proiettore digitale. Il server è un computer in grado di immagazzinare il film (composto da un file in formato proprietario e chiamato “jpeg2000”) con una capienza di vari TB (Tera Byte).


I Formati Audio 

Parlare di “sistemi” audio nel cinema digitale non è corretto: l’audio di un film in formato digitale è, infatti, un insieme di tracce PCM (senza compressione), una per ogni canale. Tuttavia, solitamente, un film è codificato in 5.1 canali (centrale- sinistro- destro-surround sx- surround dx-subwoofer) ed è quindi indicato come “PCM 5.1” mentre, tutti i film che impiegano la configurazione 7.1 (centrale-sinistro-destro-surround sx- surround dx-surround posteriore sx-surround posteriore dx-subwoofer) sono denominati “Dolby Surround 7.1” essendo Dolby la società che ha utilizzato per la prima volta tale mix. Dolby Surround 7.1 aggiunge due canali discreti per una configurazione audio surround 5.1 per stabilire quattro zone distinte Surround al cinema per un’esperienza moviegoing più viva e coinvolgente. Con Dolby Surround 7.1, hanno un maggiore controllo sul posizionamento  esatto di ogni dettaglio nelle loro colonne sonore. Le possibilità di orchestrazione che Dolby Surround 7.1 introduce permettono mixer e sound  designer   per abbinare in modo più accurato il loro audio alle immagini sullo schermo. Cosa  significa   questo per voi è più ampia, più realismo, e più entusiasmo. Oltre a migliorare il panning side-to-side di suoni e localizzazione del suono, Dolby Surround 7.1 migliora la definizione audio, quindi i singoli suoni sono più chiare e distinte. Si allarga anche la ascolto “sweet spot”, in altre parole, tutta la potenza del Dolby Surround 7.1 non è limitato a una manciata di seggi al centro del Cinema.


Dolby Surround 7.1 Vantaggi

Introduce un nuovo livello di realismo e di eccitazione al cinema

Migliora l’esperienza audio surround in tutto il teatro salotto

Più a fondo si immerge in azione sullo schermo

Aggiunge una nuova dimensione per l’audio, fare film più  coinvolgente

Tutto questo  sistema viene fornito  solo al Cinema La Nuova Pergola


Come funziona il Digitale

Il formato di proiezione è di 2048×1080 pixel (denominato D-Cinema 2K), e l’immagine è composta sullo schermo mediante tre chip chiamati DMD (Digital Micromirror Device), ognuno per ogni colore base dell’immagine, prodotti dalla Texas Instruments. Ogni chip è costituito da più di 2,2 milioni di micro specchi (ogni micro specchio è grande più o meno un quarto della sezione di un capello umano), ognuno in grado di oscillare e creare l’immagine sullo schermo. La sorgente luminosa è una lampada allo Xenon della Osram, nel caso del Cinema La Nuova Pergola la potenza è di 2.350 Watt ospitata all’interno di uno specchio dicroico (analogamente ai sistemi a 35 mm) che converge la sua luce su un sistema di prismi. I prismi suddividono la luce bianca della lampada (la temperatura colore è prossima a quella della luce solare in una giornata serena) nei tre colori fondamentali, ovvero  Rosso, Blu e Verde. I tre fasci di luce vengono quindi indirizzati al rispettivo DMD il quale, a seconda della frequenza di oscillazione dei micro specchi, crea congiuntamente agli altri 2 chip ogni singolo pixel proiettandolo attraverso l’obiettivo sullo schermo. Per raffreddare il sistema, viste le alte temperature provocate dai fasci di luce, vi è un sistema di areazione per la lampada e un sistema di raffreddamento  a  liquido per i chip.


 

I Formati di Proiezione

Nel Cinema Digitale si distinguono solo 2 formati di proiezione (contro i 3 dei sistemi a pellicola 35 mm) e sono FLAT e SCOPE. Entrambi i formati sono ottenuti dal proiettore digitale mediante l’uso di lenti zoom in grado di adattare la proiezione allo schermo con le giuste proporzioni (FLAT base 1,85 volte l’altezza – SCOPE base 2,39 volte l’altezza). Lo  schermo del cinema sono in formato SCOPE quindi un film FLAT lascerà due bande nere ai lati dello schermo mentre una proiezione SCOPE riempirà completamente l’area dello schermo. Tuttavia, diversi formati possono essere “racchiusi” all’interno di questi 2 principali (ad esempio una parte in 4:3 potrà essere contenuta nel “contenitore” del FLAT).


 

doremi_DCP-2K4

dp2k10sx_barco

dolby-surround--7.1-setup